Dietro la Torrentiniana. Alcune radici dell’impianto storiografico e critico delle “Vite” di Giorgio Vasari

Authors

  • Silvia Ginzburg Università Roma Tre

DOI:

https://doi.org/10.20396/figura.v1i0.10150

Abstract

L’assoluta anomalia costituita dalla prima edizione delle Vite – per quantità dei dati raccolti, intelligenza critica, complessità della visione storiografica, e dunque sia sul piano dei contenuti sia su quello dei metodi – èstata fin dagli albori dei moderni studi su Vasari uno degli aspetti più evidentemente meritevoli di indagine e resta, a tutt’oggi, quello più fitto di interrogativi. Da dove nascono i presupposti di quest’opera, che all’apparenza si erge del tutto isolata nel cuore del Cinquecento, percepita fin da subito e poi, pur tra le polemiche, con un’assoluta continuità attraverso i secoli, come il testo fondatore della disciplina storico-artistica?

Downloads

Download data is not yet available.

Published

2019-09-20

How to Cite

Ginzburg, S. (2019). Dietro la Torrentiniana. Alcune radici dell’impianto storiografico e critico delle “Vite” di Giorgio Vasari. Figura: Studies on the Classical Tradition, 1, 34–53. https://doi.org/10.20396/figura.v1i0.10150